Il Rifiuto

Questa è la storia di Franca.

 

961franca_viola_24.jpg

Nella Sicilia degli anni 60 Franca Viola scandalizzò l’opinione pubblica per aver rifiutato il matrimonio riparatore. Sequestrata e violentata all’età di diciassette anni, ottenne la condanna del suo rapitore e dei suoi complici. Secondo la legislazione italiana dell’epoca era possibile estinguere il reato di violenza carnale tramite l’unione in matrimonio dell’accusato con la persona offesa. Non meno spietata la legge morale, che indicava come svergognata colei che rifiutava tale unione. Franca Viola è diventata il simbolo dell’emancipazione femminile, grazie alla propria libertà ha influenzato centinaia di donne che dopo di lei hanno subìto la medesima violenza e hanno avuto il coraggio di dire no al matrimonio riparatore.

Parte la campagna Kickstarter per raccogliere fondi per la realizzazione del cortometraggio “Il Rifiuto”, liberamente ispirato alla storia di Franca Viola. Ho scritto il soggetto e la sceneggiatura, Yurj Buzzi si occuperà della regia, Andrea Morricone delle musiche. Clicca qui per contribuire alla realizzazione del film.

Un pensiero riguardo “Il Rifiuto

  1. Ricordo la vicenda (sono vecchio, si sa): fece grande scalpore. Ma ricordo anche il bel film di Damiani , la sposa più bella (1970), ispirato alla vicenda e con una giovanissima Ornella Muti. Tra l’altro la famiglia di Franca non cambiò mai casa e camminò sempre a testa alta, mentre quel tizio finito in galera non capì mai una minchia e continuò per anni a chiedersi come ci era finito, visto che era innocente e aveva seguito le leggi, perlomeno quelle che pensavano che fossero. Quando avrò qualche soldo sarò dei vostri.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...